IV Premio Letterario “Città di Sarzana”

 ASSOCIAZIONE CULTURALE     POETI SOLO POETI POETI

 4° Premio Ex Aequo Sez: E “Racconto”
GIORGIA MINCHELLA

“Il mare dentro”
Con delicatezza e levità di toni, il racconto si snoda organico, fluido, ricco di spunti e riflessioni interessanti, per una lettura anche in chiave psicoanalitica.
Dalla narrazione scaturisce, infatti, la continua, sofferta tensione per lo scavo interiore della protagonista, nel tentativo di far luce e risalire alle inconscie motivazioni, a lei ancora ignote, del suo odio verso il mare ed il borgo marinaro di Bonassola, dove risiede insieme al marito, un pescatore da sempre innamorato della sua terra e del suo mare.
Quel mare da cui lei fugge ed al quale attribuisce la colpevolezza del suo malessere fisico: la nausea.
“Io non voglio il mare dentro”, ripeteva a se stessa.
Un improvviso impulso la conduce sulla battigia, sente l’acqua fresca del mare lambirle le caviglie e, repentinamente, i ricordi riaffiorano nitidi: le vacanze estive da piccola ed, in particolare, il primo incontro con quella “roccia di mare”, come lei definisce il marito.
Pur avendo paura, si abbandona all’abbraccio dell’acqua salata, che sta per sommergerla. Viene salvata dal marito stesso e la gente del paese corre in spiaggia per soccorrerla. “Bonassola si era mossa per me, la vacanziera stanziata”, afferma con gratitudine.
Da questa brutta esperienza, la protagonista acquisisce consapevolezza del suo malessere psicologico e fisiologico ad un tempo e del suo odio verso il mare.
Quel mare, foriero di morte, le aveva portato via un caro amico adolescente, ma ora, rimosso il forte trauma, lo scopre con amore e gioia, “presagio di vita”: è in attesa di un figlio, che unirà per sempre i suoi genitori, cementandone l’amore ed “intersecando” i loro mondi, fino a quel momento distanti.

Recensione Prof. Ornella Antonucci

 

PRESIDENTE DEL PREMIO LETTERARIO E ASSOCIAZIONE PSPP:  SUSANNA MUSETTI

VICEPRESIDENTE ASSOCIAZIONE PSPP:  GIUSEPPE DI LIDDO